Need any help? Contact Us

SCRIPTORIUM




 In Armenologia ? tradizione studiare i manoscritti in base alla loro locazione, cio? in base al proprio scriptorium, in quanto manoscritti prodotti negli stessi luoghi mostravano spesso similarit? di calligrafia, di miniature, di completezza dei dettagli, e cos? via. Lo studio degli scriptorium armeni, inteso come una sfera degli studi armenologici, si svilupp? all'interno del Matenadaran fin dagli anni '60 e '70 su iniziativadel Direttore Accademico Levon Khachikyan. Negli anni '70 furono disegnate due mappe, sulla base di un registro particolare, per la Sala Mostre del Matenadaran (autore Artashes Matevosyan). Attualmente, i dati di questo registro non sono pi? sufficienti, dal momento che essi sono troppo scarni e non includono le informazioni contenute nei cataloghi pubblicati negli ultimi decenni.

Riguardo le indagini dettagliate di ogni scriptorium, finora sono stati effettuati solo studi parziali (alcuni studi sono stati effettuati circa alcuni scriptorium, come il Monastero di Metzop, di Ani, di Sevan, di Skevra; alcuni articoli sono stati dedicati ad altri). Al momento, alcune particolari tematiche di studio vengono portate avanti dalla biblioteca Matenadaran. Esse saranno rivolte alla storia degli scriptorium di Artsakh, Vaspurakan, della Cilicia Armena, Haghpat e Sanahin.

Dell'intero concetto di scriptorium si possono distinguere due differenti ambienti per la creazione dei manoscritti: il luogo generico della scrittura e lo scriptorium stesso. Il luogo della scrittura poteva essere una qualsiasi localit?, un villaggio, una piccola citt?, una fortezza o una citt? importante, in cui i calligrafi dimoravano (di regola erano degli uomini di Chiesa) e, ricevendo l'ordine di scrivere un manoscritto, dove essi lo copiavano; lo scriptorium, invece, era per lo pi? funzionante all'interno di un monastero, o vicino ad esso. L?, il lavoro di ricopiatura dei manoscritti o qualsiasi altro lavoro riguardante questo veniva eseguito da diversi specialisti. Scribi e miniatori venivano aiutati da chi produceva le pergamene e la carta, da chi creava i colori e le foglie d'oro, da chi faceva i collanti ed altri. Negli scriptorium monastici l'arte della calligrafia era tramandata dal maestro agli allievi. Esistevano anche scuole di calligrafia con proprie tradizioni peculiari.

I colofoni (piccole note descrittive poste all'inizio o alla fine di un libro, n.d.r.) dei manoscritti creati negli scriptorium sono una fonte inestimabile di dati documentali. I colofoni sono notevoli non solo per la loro diversit?, ma anche per la loro affidabilit?, in quanto gli scribi non comunicavano informazioni indirette, ma solo ci? di cui erano effettivamente testimoni oculari.


Home  “Armenian Art” BIBLIOTECA GALLERIA PITTURA MURALE SCRIPTORIUM CHI SIAMO PROGETTI LINK

© 2016 - ArmenianArt.org - Tutti i diritti riservati.

Home

“Armenian Art”

Biblioteca

Galleria

Pittura Murale

Scriptorium

Chi Siamo

Link

I materiali contenuti in questo sito, comprese tutte le foto, le immagini e i materiali testuali, possono essere utilizzati per scopi personali, educativi e informativi, citando come fonte ArmenianArt.org